radio-300x176-1.png

Ss18 Castrocucco di Maratea. Il Comitato “Mo Basta”: “Vogliamo chiarezza su quanto sta accadendo”

“Profondo malcontento per la mancanza di trasparenza e azione da parte del Commissario Sindaco. Riteniamo insoddisfacente e inaccettabile il suo operato”. Lo scrivono i componenti del Comitato “Mo Basta” in una nota stampa, i quali sostengono che, al contrario di quanto detto nelle settimane scorse da parte del primo cittadino, nonché Commissario, Daniele Stoppelli, il tratto della Ss18 che attraversa Castrocucco di Maratea “non potrà essere riaperto per le festività pasquali”. Intanto, l’undici marzo scorso, il comitato ha incontrato l’assessore regionale Dina Sileo. “Ci ha riferito – si legge in un comunicato stampa – che è stata prodotta una nota dal Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, inviata al Commissario Sindaco Daniele Stoppelli, che riassumeva una riunione tecnica avvenuta il 16 febbraio scorso a Roma. La nota sottolineava la necessità di definire ulteriori interventi e fabbisogni per concludere l’istruttoria da parte del Dipartimento Protezione Civile Nazionale, in seguito alla richiesta di finanziamento presentata dal Commissario nel mese di dicembre scorso. Tuttavia, nonostante le richieste del Comitato e l’offerta di cofinanziamento da parte della Regione Basilicata per la realizzazione di un percorso alternativo provvisorio in località Castrocucco, non sono pervenute ulteriori informazioni sul riscontro del Commissario alla nota del Capo del Dipartimento Curcio. “.

Il Comunicato stampa del Comitato “Mo Basta”

Tuttavia, nonostante le richieste del Comitato l’offerta di cofinanziamento da parte della Regione Basilicata per la realizzazione di un percorso alternativo provvisorio in località Castrocucco, non sono pervenute ulteriori informazioni sul riscontro del Commissario alla nota del Capo del Dipartimento Curcio.

Su iniziativa e richiesta del Comitato “Mo Basta”, lo scorso 11 Marzo una nostra delegazione è stata ricevuta lo presso il Dipartimento Infrastrutture, dove ha potuto chiedere chiarimenti all’Assessore Regionale Dina Sileo in merito alla chiusura della strada.

L’Assessore Sileo ha riferito che è stata prodotta una nota dal Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, inviata al Commissario Sindaco Daniele Stoppelli, che riassumeva una riunione tecnica avvenuta il 16/02/2024 a Roma. La nota sottolineava la necessità di definire ulteriori interventi e fabbisogni per concludere l’istruttoria da parte del Dipartimento Protezione Civile Nazionale, in seguito alla richiesta di finanziamento presentata dal Commissario nel mese di dicembre scorso.

Tuttavia, nonostante le richieste del Comitato e l’offerta di cofinanziamento da parte della Regione Basilicata per la realizzazione di un percorso alternativo provvisorio in località Castrocucco, non sono pervenute ulteriori informazioni sul riscontro del Commissario alla nota del Capo del Dipartimento Curcio.

Esprimiamo profondo malcontento per la mancanza di trasparenza e azione da parte del Commissario Sindaco e riteniamo insoddisfacente e inaccettabile il suo operato. Chiediamo quindi alle Istituzioni competenti di accelerare subito la risoluzione del problema e rivalutare oggettivamente l’efficacia e l’appropriatezza del Commissario sulla problematica.

Contrariamente a quanto precedentemente affermato dal Commissario, il Comitato “Mo Basta” sostiene che, alla luce delle informazioni attuali, la strada SS18 non sarà riaperta in tempo per le festività pasquali.

Il nostro Comitato rimane impegnato nel monitorare da vicino la situazione e nel fornire aggiornamenti alla comunità. Chiediamo alle Istituzioni di agire con la massima urgenza.

Condividi questo articolo
Torna su