radio-300x176-1.png

“Caos concessioni sul demanio marittimo”. Il sindaco di Tortora, Iorio: “Vicini ai balneari. Fiducia nel presidente della Calabria”

“Il presidente Occhiuto mi ha garantito di essere già in contatto con il Governo per superare questo momento di incertezza che preoccupa noi, come amministratori, e i balneari”.

Questo quanto ci dice il sindaco di Tortora, Antonio Iorio, che, stamani, sabato 04 maggio, ha contattato il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto.

Al fianco di Iorio, anche il suo vice Biagio Praino, nonché imprenditore balneare, che, in questo momento, a causa della decisione del Consiglio di Stato, pubblicata il 30 aprile scorso, con cui si mette la parola fine al rinnovo automatico dei titoli concessori, facendo così decadere anche la proroga fino al 2024, rappresenta bene le ansie dell’intera categoria.

“Con l’azione di oggi – spiega Iorio – vogliamo anche dimostrare che siamo vicini ai balneari e che perseguiremo ogni strada per riportare serenità, almeno per questa estate, tra i tanti che si accingono ad aprire le loro imprese”.

Logicamente, le rassicurazioni della politica sono importanti, ma non bastano agli addetti del settore, che da anni chiedono interventi chiari e risolutivi. Fatto sta, che ora la situazione è incandescente. Secondo la sentenza, infatti, i comuni dovrebbero avviare da subito le gare di assegnazione delle concessioni. Ma come? Visto che mancano i decreti attuativi e il riconoscimento di congruo indennizzo alle aziende esistenti?

Il messaggio di Iorio a Occhiuto

Gentilissimo presidente, una preghiera ed una particolare attenzione rivolta ai nostri balneari.

Imprese del territorio che negli anni con tanto impegno e sacrificio hanno impiegato risorse economiche per realizzare stabilimenti sempre più moderni a passo con i tempi ed accoglienti per residenti e turisti, offrendo un servizio sia per le passeggiate dei nostri lungomari che per le spiagge libere.

Trattasi di imprenditori locali che con queste attività balneari hanno costruito il reddito delle proprie famiglie che sono parte integrante del tessuto sociale ed economico delle nostre comunità.

In questo periodo di grande incertezza passando dalle nostre spiagge vedo in loro sacrifici, operosità ed opportunità di occupazione stagionale.

Conoscendo la sua sensibilità, disponibilità e impegno nella sua attività amministrativa, le chiedo un aiuto per trovare una soluzione adeguata per quello che è nelle sue possibilità da Governatore della Calabria al fine di interagire con il governo centrale, unitamente all’impegno ed il supporto che ci sarà anche da parte di noi Sindaci.

Condividi questo articolo
Torna su