Belmonte Calabro. All’ex Convento il Festival di cinema itinerante “Frappp”

Il 4 e il 5 agosto all’Ex Convento di Belmonte Calabro Frappp, un viaggio collettivo che si nutre di storie di vita e di migrazioni. Di seguito il comunicato stampa. 

Arriva il 4 e il 5 agosto a Belmonte Calabro Frappp, festival di cinema itinerante e incontri generativi nei paesi dell’Appennino Meridionale, che costruisce ponti e relazioni.

Frappp festival è un progetto di Frange Mobili, collettivo interdisciplinare che promuove architettura inclusiva e rigenerazione territoriale, e lo fa attraverso un viaggio che dalla periferia di Milano, luogo di nascita del collettivo, arriva nei paesi a rischio spopolamento dell’Italia del Sud, area d’origine dei membri del festival.

Un progetto con lo scopo di generare una riflessione condivisa tra e con gli abitanti di territori diversi sui temi dell’abbandono, dei diritti, delle migrazioni grazie alla messa in pratica di sinergie orientate alla rigenerazione culturale, sociale e spaziale dei luoghi marginali e periferici.

Quello che ci sarà a Belmonte presso l’Ex Convento dei Cappuccini, dopo la prima tappa a Lago, sarà un mescolarsi tra dialogo e cinema, che partirà alle 17,00 di venerdì 4 agosto con un incontro dal titolo Abitare. Poetiche e politiche nello spazio del vivere e dell’incontro. A prendere parte al dialogo ci saranno Nicola Capone, libero ricercatore e docente di storia e filosofia, attivista nei movimenti di contestazione ecologica e dei beni comuni; Gerardo Cleto, socio de La Rivoluzione delle Seppie, artista il cui strumento di ricerca è la relazione, generatrice di scambi e connessioni, materia prima del processo creativo; Giulio Vita, fondatore de La Guarimba International Film Festival, progetto culturale con sede ad Amantea che intende riportare il cinema alla gente e la gente al cinema; Stefano Cuzzocrea, oste dell’incontro e animatore di Ex Convento, realtà culturale e teatrale di Belmonte Calabro, anche sede di “risiedi”, programma di residenze volto a costruire una rete di persone e relazioni capaci di leggere e interpretare lo spazio, il luogo ed il territorio in cui esso è inserito.

Il 5 agosto sarà la volta di Cinema all’alba. Alle 4,00 del mattino ci sarà la proiezione di Gli ultimi giorni dell’umanità di Enrico Ghezzi e Alessandro Gagliardo, questa volta però sul lungomare lato nord a Belmonte Calabro Marina. Si continuerà poi durante la serata, alle 21,00 in piazza Kennedy con la proiezione del cortometraggio Alieno a chi? realizzato da Micol Mia Petrillo di 6 anni, nell’ambito del Moscerine Film Festival, festival per film realizzati da bambini e bambine da 0 a 12 anni. Seguirà il film d’animazione La mia vita da zucchina di Claude Barras, mentre alle 22,30 si svolgerà la visione del documentario Sòne di Daniel Kemény, che sarà presente alla visione.

Dopo Belmonte Frappp Festival si sposterà sul Pollino, a San Lorenzo Bellizzi, per poi andare a Pomarico, San Marco la Catola e Montemurro, dove come per le prime due, realizzerà una rassegna docu-cinematografica originale che si terrà in spazi all’aperto rigenerati grazie a pratiche partecipative di co-design e autocostruzione, laboratori, creando occasioni di dialogo e mutuo apprendimento, tra innovatori e creativi radicati nel territorio e gruppi di giovani abitanti.

Condividi questo articolo
Torna su