TORTORA. “DANNI DEL NUBIFRAGIO”. PARTITA DELLA SOLIDARIETÀ: TRA EMOZIONI E SCARSA PARTECIPAZIONE

La tribuna centrale dello stadio “Mario Tedesco” di Praia a Mare neanche troppo gremita, mentre per il pubblico delle grandi occasioni bisognerà aspettare ancora molto. Ieri sera è andata in scena partita della solidarietà. L’intento, quello di raccogliere fondi per la riparazione dei danni causati dal nubifragio del 13 ottobre scorso, che ha colpito il Centro storico e le frazioni montane di Tortora.

Di certo, la Pro Loco di Tortora, che si sta occupando della raccolta delle donazioni, non si aspettava di raggiungere la somma di tre milioni di euro, questa la cifra che ci vorrebbe per riportare tutto allo stato originario, ma la presenza sarebbe stata importante per dare un segnale anche alla Regione Calabria, che in questi giorni tergiversa sulla possibilità o meno di riconoscere lo “stato di calamità naturale”. Niente da fare, neanche questo messaggio sembra essere arrivato. Già il 13 novembre scorso, in piazza Stella Maris, gli organizzatori della serata avevano dovuto fare i conti con la poca presenza registrata alla manifestazione canora. Ieri, si è vista qualche anima in più.

In campo sono scese le compagini della Digiesse PraiaTortora, del Maratea e del Diamante. Ci sono stati gli intermezzi musicali di Deborah Stuppello e Maria Teresa Manco, organizzatrici della serata di ieri e del 13 novembre, mentre ad aprire la manifestazione sono stati i sindaci di Tortora e Praia a Mare, Antonio Iorio e Antonino De Lorenzo. “Siamo un unico comune – ha detto De Lorenzo – in questi giorni anche Praia a Mare ha avuto a che fare con i disagi causati dal maltempo, doveroso l’aiuto reciproco”.

Tante emozioni quindi, mentre per lo spirito di partecipazione bisognerà attendere tempi migliori.

Condividi questo articolo
Torna su