SCALEA E DIAMANTE. “DUNE ARTIFICIALI A PROTEZIONE DEL LITORALE”. GLI AMBIENTALISTI SI OPPONGONO A OGNI INTERVENTO

“Il Demanio Marittimo è un bene pubblico della collettività, che ha il diritto di usufruirne, e non può essere lasciato alla mercé di privati che lo utilizzano come vogliono. Già le Associazioni Ambientaliste del territorio sono intervenute più volte nella questione. Vogliamo che si faccia finalmente chiarezza e che siano impediti eventuali abusi ed illegalità finora messi in atto che mettono in pericolo l’equilibrio dell’ assetto costiero”.
Così l’associazione ambientalista Italia Nostra che si oppone a qualsiasi lavoro inerente la creazione di dune artificiali sul litorale per difendere le strutture balneari dalle mareggiate. Proprio oggi, al Comune di Scalea si terrà un tavolo tecnico al quale siederanno l’amministrazione comunale, la Guardia Costiera e i tecnici regionali. Lo scopo è quello di fare chiarezza su come si deve intervenire, visto che la norma non scioglie tutti i dubbi.
Gli ambientalisti invece sono contrari a qualsiasi intervento.
Condividi questo articolo
Torna su