radio-300x176-1.png

Praia a Mare. Piazza Italia gremita per Maria Rita Parsi. L’appuntamento primaverile ha inaugurato la rassegna “Praia, a mare con…”

Piazza Italia gremita per l’incontro tenutosi ieri sera, martedì 30 aprile, che ha avuto come protagonista Maria Rita Parsi, la psicoterapeuta famosa per i suoi studi sull’infanzia e sulla adolescenza. A inaugurare il dibattito è stato Egidio Lorito, promotore dell’evento di apertura della kermesse 2024 “Praia, a mare con…”, da lui ideata e giunta alla diciassettesima edizione.

Come detto da Lorito, questo è stato il primo appuntamento della rassegna che entrerà nel vivo durante il periodo estivo. Anche per quest’anno non mancherà il supporto dell’amministrazione comunale, a testimoniarlo la presenza, ieri, del consigliere comunale di maggioranza con delega alla Cultura, Isabella Bencardino.

Tra il pubblico i rappresentanti delle forze dell’ordine, della scuola e delle associazioni del territorio ma, soprattutto, le persone che da anni seguono l’attività di Maria Rita Parsi. Sebbene al centro della serata ci fosse il suo ultimo libro, dal titolo “Noi siamo bellissimi. Elogio della vecchiaia adolescente”, incentrato sulla terza età, la studiosa romana non ha mancato di intavolare un discorso che ha taccato i temi a lei cari, come l’infanzia, gli abusi, il disagio, l’adolescenza rubata e negata.

D’altronde, la vita dell’uomo è un continuum di esperienze suddiviso, da noi, solo “per comodità” in tappe. Infatti, il vissuto, con i suoi ricordi e il suo rimosso, è lì e costantemente ci interroga e ci forma. In quest’ottica, cos’è la vecchiaia adolescente? Il momento in cui ci si può liberare da ogni peso, proprio perché  siamo al termine del nostro cammino di vita; ma è anche il periodo in cui possiamo “comprendere” quanto l’anima non abbia età, perché contiene ogni nostra evoluzione.

 

Condividi questo articolo
Torna su