CALABRIA. SAN SAGO DI TORTORA. IN ATTESA DELLA CONFERENZA DEI SERVIZI DEL 28 LUGLIO

La relazione “Cerbino” di cui tanto si è discusso nel corso del consiglio comunale aperto tenutosi venerdì scorso, in piazza Stella Maris, è stata depositata da giorni presso gli uffici delle regioni Calabria e Basilicata. La speranza, oltre alla valutazione della nota firmata dalla responsabile della Polizia Municipale del Comune di Tortora, è che questa possa anche far slittare la prima seduta della Conferenza dei servizi sul riesame dell’Autorizzazione integrata ambientale. Mancano infatti 48 ore all’inizio dei lavori presso la Regione Calabria, previsti per le ore 12 di giovedì 28 luglio.

Intanto, il sindaco di Tortora, Antonio Iorio, è soddisfatto per la compattezza dimostrata dai sindaci della Valle del Noce e della Riviera dei Cedri sulla questione San Sago. “In questa battaglia – ha detto – non siamo soli e non lo siamo mai stati, anzi il fronte si allarga e sono sempre di più le nuove adesioni, come ho avuto modo di dire venerdì scorso nel corso del consiglio comunale in merito al messaggio giunto dal sindaco di Sapri, Antonio Gentile. Ormai è chiaro che questo depuratore non è solo un problema di Tortora, ma delle popolazioni dell’intero Golfo di Policastro”.

Condividi questo articolo
Torna su